Gli attrezzi che utilizziamo nelle lezioni di Ginnastica nella nostra scuola elementare, sono quelli della Ginnastica classica (quadro svedese, spalliere, anelli, trapezio, pertiche, scala orizzontale ecc.). Essi hanno un valore enorme sia per gli aspetti strettamente motori che per tanti aspetti psicologico-educativi, sono insostituibili perché ricreano quell’ambiente naturale che oggi non c’è più e dove i bambini di una volta imparavano a muoversi spontaneamente fin da piccoli.
Oggi per la vita che conduciamo i nostri bambini non riescono più a fare quelle esperienze motorie spontanee e naturali che permettevano di mantenere una buona efficienza fisica. La palestra, con tutti i suoi attrezzi, ripropone in modo artificiale, meno pericoloso e più ludico quell’ambiente dove l’individuo imparava  formndosi anche il carattere.
Solo quella ginnastica che include anche (ma non solo) i grandi attrezzi riesce a perseguire finalità igieniche, motorie (controllo dell’assetto posturale e delle abilità motorie) ed educative, come l’autocontrollo, la forza di volontà, la concentrazione, l’altruismo, la solidarietà, il rispetto, la comprensione dei propri limiti, il senso del pericolo e tanto altro. Tutto questo dà al corpo dei nostri piccoli una disponibilità e una preparazione di base a tutte le attività di svago, anche allo sport che verrà affrontato con equilibrio fisico e psicologico.
 
Il saggio di ginnastica , nella nostra scuola, ha un grande valore perché rappresenta uno strumento di autovalutazione per le insegnanti che, proprio durante i saggio, verificano se sono riuscite con il percorso motorio programmato durante l’anno a far raggiungere ai loro allievi le abilità motorie previste.
Per i bambini invece è un momento magico perché non solo imparano a gestire le loro ansie, paure e difficoltà in un clima non competitivo, ma spesso, proprio in questa occasione, riescono a superare i loro limiti, a dimostrarsi altruisti, felici delle proprie capacità ed anche di quelle dei propri compagni. In questo clima i bambini facilmente crescono in autostima e rafforzano le relazioni dentro la classe.